Tipologie di procedimento

Gestione Imposta Comunale sulla Pubblicità

Responsabile di procedimento: Tarsitano Pietro
Responsabile di provvedimento: Scaramuzzo Gianpiero

Descrizione

Per poter iniziare qualsiasi tipo di pubblicità permanente va fatta preventiva richiesta di autorizzazione al Settore 9 - Pianificazione del Territorio che regolamenta il corretto utilizzo delle varie forme pubblicitarie. Successivamente l'utente dovrà recarsi presso l'Ufficio della Pubblicità ubicato in Piazza Cenisio (Palazzo Ferrari) per l'inserimento nella banca dati e contestuale rilascio di copia della dichiarazione effettuata.

Il costo annuale dell'imposta (si veda allegato) verrà calcolato in base alle tariffe vigenti con riferimento a:

  • dimensioni dell'insegna;
  • luoghi di esposizione dell'insegna (categoria speciale o normale)
  • caratteristiche dell'insegna (opaca o luminosa)

Per effettuare qualsiasi tipo di pubblicità temporanea  se si tratta di locandine o manifesti da esporre all'esterno degli esercizi pubblici con una durata massima di mesi 3, è necessaria l'autorizzazione da parte dell'Ufficio Affissioni e Pubblicità il quale provvederà alla vidimazione del materiale ed al calcolo del dovuto in base alle tariffe sulla pubblicità.

La tariffa dell’imposta è indicato in allegato .

La stessa è ridotta alla metà:

  1. per la pubblicità effettuata da comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro Ente non avente fini di lucro, previa dimostrazione che l’attività pubblicizzata non abbia fini di lucro;

  2. per la pubblicità relativa a manifestazioni politiche, sindacali, culturali, sportive, filantropiche e religiose da chiunque realizzate con il “patrocinio” o la “partecipazione“ degli Enti Pubblici Territoriali;

  3. per la pubblicità relativa a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti o di beneficenza.

Sono esenti dall’imposta:

  1. la pubblicità realizzata all’interno dei locali adibiti alla vendita di beni o alla prestazione di servizi quando si riferisce all’attività negli stessi esercitata, nonché i mezzi pubblicitari, ad eccezione delle insegne, esposti nelle vetrine o sulle porte di ingresso dei locali medesimi purché siano attinenti all’attività in essi esercitata e non superino, nel loro insieme, la superficie complessiva di mezzo metro quadrato per ciascuna vetrina o ingresso;

  2. gli avvisi esposti al pubblico nelle vetrine o sulle porte di ingresso dei locali, o in mancanza nelle immediate adiacenze del punto di vendita, relativi all’attività svolta, nonché quelli riguardanti la localizzazione e la utilizzazione dei servizi di pubblica utilità, che non superino la superficie di mezzo metro quadrato e quelli riguardanti la locazione o la compravendita di immobili sui quali sono affissi, di superficie non superiore a un quarto di metro quadrato;

  3. la pubblicità comunque effettuata all’interno, sulle facciate esterne o sulle recinzioni dei locali di pubblico spettacolo qualora si riferisca alle rappresentazioni in programmazione;
  4. la pubblicità, escluse le insegne, relativa ai giornali e alle pubblicazioni periodiche se esposte sulle sole facciate esterne delle edicole o nelle vetrine o sulle porte di ingresso dei negozi ove sia effettuata la vendita;
  5. la pubblicità esposta all’interno delle stazioni dei servizi di trasporto pubblico di ogni genere inerenti all’attività esercitata dall’impresa di trasporto, nonché le tabelle esposte all’esterno delle stazioni stesse o lungo l’itinerario di viaggio per la parte in cui contengono informazioni relative alle modalità di effettuazione del servizio;
  6. la pubblicità esposta all’interno delle vetture ferroviarie, degli aerei e delle navi ad eccezione dei battelli, barche e simili di cui all’art. 19;
  7. la pubblicità comunque effettuata in via esclusiva dallo Stato e dagli Enti Pubblici Territoriali;
  8. le insegne, le targhe e simili apposte per la individuazione delle sedi di comitati, associazioni, fondazioni e ogni altro ente che non persegua scopo di lucro;
  9. le insegne, le targhe e simili la cui esposizione sia obbligatoria per disposizione di legge o di regolamento sempre che le dimensioni del mezzo usato, qualora non espressamente stabilite, non superino il mezzo metro quadrato di superficie;
  10. le insegne di esercizio di attività commerciali e di produzione di beni e servizi che contraddistinguono la sede ove si svolge l’attività cui si riferiscono, di superficie complessiva fino a cinque metri quadrati.

Chi contattare

Altre strutture che si occupano del procedimento

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no

Costi per l'utenza

Si rinvia al Regolamento Comunale sulla Pubblicità e le Pubbliche Affissioni pubblicato qui di seguito.

Riferimenti normativi

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: non determinati

Allegati

Allegato: DELIBERA_62_2020_VA_30062020_62_ALL_01 icp.PDF (Pubblicato il 03/07/2020 - Aggiornato il 03/07/2020 - 1472 kb - pdf) File con estensione pdf
Allegato: DELIBERA_62_2020_VA_30062020_62_ALL_02 dpa.PDF (Pubblicato il 03/07/2020 - Aggiornato il 03/07/2020 - 842 kb - pdf) File con estensione pdf
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Piazza dei Bruzi, 1 - 87100 Cosenza (CS)
PEC comunedicosenza@superpec.eu
Centralino +39.0984.8131
P. IVA 00314410788
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su: