Tipologie di procedimento

Sostegno economico alla famiglia con tre figli minori

Responsabile di procedimento: Vetere Sofia

Descrizione

Il procedimento è relativo alla richiesta che il cittadino italiano, comunitario o extracomunitario residente nel territorio dello Stato, con un nucleo familiare composto almeno da un genitore e tre minori che siano figli propri e sui quali esercita la potestà genitoriale, inoltra all’ufficio Casa e Sostegno economico.

Acquisite le istanze, l’ufficio, verificato il possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente, istruisce le pratiche e le inoltra, tramite procedura informatica, alla competente sede INPS, che liquida gli assegni sulla base dei dati trasmessi.

Descrizione del servizio
L’art. 65 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 ha introdotto, con decorrenza dal 1° gennaio 1999, un nuovo intervento di sostegno, denominato assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori, per le famiglie che hanno figli minori e che dispongono di patrimoni e redditi limitati. Ai figli minori del richiedente sono equiparati i figli del coniuge, nonché i minori ricevuti in affidamento preadottivo. Il genitore e i tre minori devono far parte della stessa famiglia anagrafica. Questa condizione non si considera soddisfatta se alcuno dei tre figli minori, quantunque risultante nella famiglia anagrafica del richiedente, sia in affidamento presso terzi ai sensi dell’articolo 2 della legge n. 184 del 1983; per l’erogazione del contributo si fa riferimento agli aggiornamenti INPS.

Requisiti per l’accesso
Possono presentare la domanda:
cittadini italiani o comunitari residenti nel territorio dello Stato;
cittadini extracomunitari:
- titolari di Permesso CEE per soggiornanti di lungo periodo, (carta di soggiorno rilasciata prima del D.lgs 3/07). Si rammenta che per quest’ultime non è sufficiente il semplice Permesso di soggiorno, anche se rilasciato per un motivo che consente un numero indeterminato di rinnovi.
- in possesso del Permesso di soggiorno avente lo status di rifugiati politici, per protezione sussudiaria nonchè ai possessori del Permesso per protezione sociale o umanitaria.

Modalità di accesso

Al servizio si accede previa richiesta scritta su apposito modulo, scaricabile direttamente da questo sito o da ritirare presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) sito in Piazza dei Bruzi o presso la Porta Sociale del Settore Welfare negli orari di apertura al pubblico 9,00/12,00 da lunedì a venerdì e dalle 16,00 alle 18,00 lunedì e giovedì.

L'istanza va presentata al Protocollo Generale sito in Piazza Cenisio Palazzo Ferrari 1° piano, completa della seguente documentazione:
1. Attestazione ISEE completa di dichiarazione sostitutiva unica;
2. Fotocopia documento di identità;
3. Codice IBAN (Facoltativo).

Chi contattare

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
30 giorni dalla ricezione dell'istanza per l'inoltro all'I.N.P.S.

Riferimenti normativi

Legge 22 dicembre 1998, n. 448, "Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo".
 

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: non determinati
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Piazza dei Bruzi, 1 - 87100 Cosenza (CS)
PEC comunedicosenza@superpec.eu
Centralino +39.0984.8131
P. IVA 00314410788
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su: