Portale Trasparenza Città di Cosenza - Organi di revisione amministrativa e contabile

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Organi di revisione amministrativa e contabile

Collegio dei Revisori dei Conti

TRIENNIO 2017 - 2019

Il Collegio dei Revisori del Comune di Cosenza (revisori@comune.cosenza.it), a cui è conferito l’esercizio della funzione di revisione economico-finanziaria nell’ambito dei principi fissati dalla legge, è composto dai seguenti professionisti:

Barone Nicola Francesco - Presidente         

Segreti Francescocomponente

Torromino Santo - componente

nominati dal Consiglio comunale con deliberazione n. 2 del 27 febbraio 2017, in esito alla estrazione effettuata dalla Prefettura di Cosenza, secondo quanto previsto dal Regolamento recante: «Istituzione dell’elenco dei revisori dei conti degli enti locali e modalità di scelta dell’organo di revisione economico-finanziario», adottato con decreto del Ministro dell’Interno 15 febbraio 2012, n. 23, pubblicato nella Gazz. Uff. 20 marzo 2012, n. 67, in attuazione dell’art. 16, comma 25, del decreto-legge n. 138 del 13 agosto 2011, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, che ha stabilito nuove modalità per la nomina dei Revisori dei conti negli Enti Locali. Tali disposizioni prevedono, in particolare, che a decorrere dal primo rinnovo dell’organo di revisione successivo alla data di entrata in vigore del citato decreto-legge n. 138/2011, i revisori dei conti degli enti locali sono scelti mediante estrazione da un elenco, tenuto dal Ministero dell’Interno, nel quale sono inseriti, a richiesta degli interessati e sulla base dei requisiti prescritti, i soggetti iscritti, a livello regionale, nel registro dei revisori legali di cui al d.lgs. 27 gennaio 2010, n. 39, nonché gli iscritti all’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.

Il Collegio dei Revisori dura in carica tre anni a decorrere dalla data di esecutività della suindicata deliberazione consiliare n. 2 del 27 febbraio 2017, e svolge le funzioni di cui all’art. 239 del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267, recante il testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, come modificato dall’art. 3, comma 1, lett. o), del decreto-legge 10 ottobre 2012, n. 174, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 dicembre 2012, n. 213

[a) attività di collaborazione con l’organo consiliare secondo le disposizioni dello statuto e del regolamento;

b) pareri, con le modalità stabilite dal regolamento, in materia di:

  1.  strumenti di programmazione economico-finanziaria;
  2. proposta di bilancio di previsione verifica degli equilibri e variazioni di bilancio;
  3. modalità di gestione dei servizi e proposte di costituzione o di partecipazione ad organismi esterni;
  4. proposte di ricorso all’indebitamento;
  5. proposte di utilizzo di strumenti di finanza innovativa, nel rispetto della disciplina statale vigente in materia;
  6. proposte di riconoscimento di debiti fuori bilancio e transazioni;
  7. proposte di regolamento di contabilità, economato-provveditorato, patrimonio e di applicazione dei tributi locali;

c) vigilanza sulla regolarità contabile, finanziaria ed economica della gestione relativamente all’acquisizione delle entrate, all’effettuazione delle spese, all’attività contrattuale, all’amministrazione dei beni, alla completezza della documentazione, agli adempimenti fiscali ed alla tenuta della contabilità; l’organo di revisione svolge tali funzioni anche con tecniche motivate di campionamento;

d) relazione sulla proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione e sullo schema di rendiconto entro il termine, previsto dal regolamento di contabilità e comunque non inferiore a 20 giorni, decorrente dalla trasmissione della stessa proposta approvata dall’organo esecutivo. La relazione contiene l’attestazione sulla corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione nonché rilievi, considerazioni e proposte tendenti a conseguire efficienza, produttività ed economicità della gestione;

e) referto all’organo consiliare su gravi irregolarità di gestione, con contestuale denuncia ai competenti organi giurisdizionali ove si configurino ipotesi di responsabilità;

f) verifiche di cassa di cui all’articolo 223]. Il Collegio dei Revisori ha diritto di accesso agli atti e documenti dell’Ente ed i singoli componenti del Collegio hanno diritto di eseguire ispezioni e controlli individuali.

Nell’esercizio delle proprie funzioni l’Organo di revisione economico-finanziaria è coadiuvato dal dipendente dell’Ente, in qualità di Segretario, sig. Fernando Arlia.

Email: revisori@comune.cosenza.it

Telefono: 0984.813254

Personale da contattare:

Arlia Fernando

Triennio 2014 - 2017 

Il Collegio dei Revisori del Comune di Cosenza, a cui è stato conferito l’esercizio della funzione di revisione economico-finanziaria nell’ambito dei principi fissati dalla legge, è stato composto, per il triennio 2014 - 2017, dai seguenti professionisti:
FILICE Giovanni - PRESIDENTE C.V.
BIANCO Salvatore - COMPONENTE C.V.
STUMPO Teresa - COMPONENTE C.V.
nominati dal Consiglio comunale con deliberazione n. 3 del 27 gennaio 2014,

Contenuto inserito il 26-07-2017 aggiornato al 01-08-2017

(1) Log: richiamo_automatico
108
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza dei Bruzi, 1 - 87100 Cosenza (CS)
PEC comunedicosenza@superpec.eu
Centralino +39.0984.8131
P. IVA 00314410788
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza è sviluppato con ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it